Certificazione Unica 2022: disponibile applicazione

Con il provvedimento prot. n°11169 del 14 Gennaio 2022, l’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello e le istruzioni ministeriali definitive della Certificazione Unica 2022 anno imposta 2021. Successivamente sono state approvate le relative specifiche tecniche utili per la trasmissione telematica. 

Effettuando l’update del software, da oggi è possibile procedere con l’elaborazione del modello.

Entro il 16 marzo 2022, i sostituti d’imposta devono trasmettere in via telematica all’Agenzia delle Entrate il modello della Certificazione Unica 2022. La stessa data è prevista per la consegna del modello al percipiente.

Chi deve compilare la comunicazione?

Sono tenuti all’invio del flusso telematico:

  • i soggetti che hanno corrisposto somme o valori soggetti a ritenuta alla fonte;
  • i soggetti che hanno corrisposto contributi previdenziali e assistenziali e/o premi assicurativi dovuti all’Inail;
  • i soggetti che hanno corrisposto somme e valori per i quali non è prevista l’applicazione delle ritenute alla fonte ma che sono assoggettati alla contribuzione dovuta all’INPS;
  • i soggetti che sono tenuti ad assicurare contro gli infortuni e le malattie professionali i lavoratori per i quali ricorre la tutela obbligatoria, nonché l’obbligo della denuncia nominativa ai sensi della L. n.63 del 1993.
  • tutte le Amministrazioni sostituti d’imposta comunque iscritte alle gestioni confluite nell’INPS gestione Dipendenti Pubblici, nonché gli enti con personale iscritto all’INPS gestione dipendenti pubblici;
  • I soggetti sostituti d’imposta con dipendenti iscritti alla sola gestione assicurativa ENPDEP;

Certificazione Unica 2021 con Dichiarazioni GB

Da oggi è disponibile l’applicazione “Certificazione Unica 2022”.

Ricordiamo i passaggi per l’abilitazione:

  • Eseguire l’UPDATE del software dal pulsante pulsante update
  • Aprire la ditta in cui si vuole abilitare l’applicazione Certificazione Unica 2022, anno imposta 2021;

Le modalità di abilitazione dell’applicazione sono due:

  1. Se l’applicazione “Certificazione Unica” è stata già utilizzata nell’anno 2020 per abilitarla è sufficiente cliccare su  pulsante CU. Il software chiede se abilitarla subito per il nuovo anno con un messaggio: rispondendo “sì” sarà automaticamente abilitata; rispondendo “no” sarà necessario procedere con l’abilitazione illustrata al successivo punto.

messaggio abilitazione CU 2022

  1. Dalla gestione “Applicazioni”:
    • Abilitazione multipla: cliccando il pulsante  , è possibile abilitare l’applicazione per più ditte contemporaneamente.

Abilitazione Multipla CU 2022

Nota BenePrima di selezionare le ditte, è necessario mettere il check in corrispondenza dei quadri da abilitare. Il software propone in automatico il check su ”lavoro autonomo” se verifica la presenza di percipienti in contabilità.

  • Abilitazione singola: apponendo il check in corrispondenza di “Certificazione Unica” anno imposta 2021.

Abilitazione Singola CU 2022

In fase di abilitazione il software chiede all’utente di selezionare la tipologia di certificazione che si vuole predisporre:

  1. Certificazione lavoro dipendente, assimilati ed assistenza fiscale
  2. Certificazione lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi
  3. Certificazione redditi locazioni brevi

L’utente può abilitare una o più certificazioni.

Certificazione Unica 2022 frontespizio

Per maggiori informazioni consultare la guida on line dell’applicazione Certificazione Unica.

Applicazioni Software collegate all’articolo:

TAG certificazione unicacertificazione unica 2022CUCU 2022

Stampa la pagina Stampa la pagina