Dichiarazione correttiva nei termini: invio nel modello Redditi e IRAP 2022

Se il contribuente si accorge di aver inviato una dichiarazione incompleta o inesatta, può effettuare un nuovo invio della dichiarazione all’Agenzia delle Entrate prima della scadenza prevista per il prossimo 30 novembre 2022, indicando i dati già inviati e quelli nuovi oggetto di modifiche o dimenticanze.

I soggetti che prima della scadenza del termine di presentazione intendono rettificare o integrare una dichiarazione già presentata, devono compilare una nuova dichiarazione barrando la casella “Correttiva nei termini”.

Tipo di dichiarazione

Infatti, nella sezione dedicata al “Tipo di dichiarazione”, presente nei frontespizi delle dichiarazioni dei Redditi Persone Fisiche, Società di Persone, Società di Capitali, Enti non commerciali e del modello IRAP, sono presenti le seguenti caselle:

  • “Correttiva nei termini”
  • “Dichiarazione integrativa”
  • “Dichiarazione integrativa (articolo 2, comma 8-ter, D.P.R. 322/1998)”
  • Dichiarazione integrativa errori contabili

La compilazione della nuova dichiarazione deve avvenire in maniera completa, e cioè comprendere non solo i nuovi dati oggetto di modifiche o dimenticanze ma anche quelli precedentemente inviati.

Dal nuovo invio effettuato può risultare:

  • Un minor credito: in questo caso, deve essere versata la differenza rispetto all’importo del credito utilizzato a compensazione degli importi a debito risultanti dalla precedente dichiarazione.
  • Un maggior credito o un minor debito: la differenza rispetto all’importo del credito o del debito risultante dalla dichiarazione precedente, può essere indicata a rimborso, oppure come credito da portare in diminuzione di ulteriori importi a debito

Dichiarazione correttiva nei termini con GBsoftware

I passaggi per predisporre una dichiarazione correttiva nei termini sono:

  • Modificare la dichiarazione originaria, rettificandola o integrandola;
  • Barrare l’apposita casella presente nel Frontespizio del dichiarativo;
  • Creare il file telematico e procedere nuovamente all’invio.

 

Per maggiori chiarimenti sulla creazione del file Telematico delle dichiarazioni, rimandiamo alla guida on-line della maschera “Telematico”.

tipo di dichiarazione correttiva nei termini

Applicazioni Software collegate all’articolo:

TAG dichiarazione correttivairapmodello redditi

Stampa la pagina Stampa la pagina