Piccola novità del decreto Aiuti in questo podcast cos’è, come funziona e chi può richiederlo.

Il bonus di 200 euro è solo uno degli aiuti che saranno erogati dallo stato in questi mesi, insieme alle proroghe al bonus sociale, al taglio delle accise, ai contributi per le imprese e un nuovo intervento sugli extraprofitti delle aziende produttrici e distributrici di energia.

Infatti, è proprio l’imposta sugli extraprofitti, che sale secondo le ultime novità al 25%, che va a finanziare questo nuovo bonus da 200 euro, destinato a lavoratori e pensionati meno abbienti. La tassa è stata introdotta per consentire alle famiglie di risparmiare sugli ultimi rincari, reintroducendo le somme guadagnate in questo periodo dalle aziende dell’energia.

Buon ascolto.


Ascolta “Ep.02 Bonus 200 euro” su Spreaker.

A Chi È Rivolto

Il bonus una tantum da 200 euro è rivolto ai lavoratori autonomi e dipendenti, e pensionati, con un reddito annuo inferiore a 35.000 euro. La platea di beneficiari è piuttosto vasta, e secondo una decisione presa all’ultimo momento sono inclusi anche i professionisti autonomi.

Per quanto riguarda le modalità di erogazione del bonus ai cittadini, questo bonus sarà erogato così:

  • Ai lavoratori dipendenti direttamente in busta paga;
  • Ai pensionati sarà accreditato tramite pensione, e sarà l’INPS ad occuparsene;
  • Per i lavoratori autonomi ancora non sono state comunicate le modalità con cui verrà erogato il sostegno, anche se si prevede che verrà istituito un fondo apposito.

Quello che è certo è che il bonus da 200 euro sarà corrisposto solamente se il reddito è inferiore a 35.000 euro, ed è compatibile con le altre forme di sostegno economico già presenti o prorogate, come i bonus sociali o l’eventuale ricezione del reddito di cittadinanza.

Nel Decreto Aiuti ci sono diverse misure oltre al bonus di 200 euro. In particolare, vengono riconfermati alcuni sostegni preesistenti, e vengono introdotte nuove misure di aiuto per aziende e famiglie. Tra queste, vanno ricordate:

  • Bonus sociale: viene prorogato ulteriormente il sostegno per la riduzione delle bollette dell’energia elettrica per le famiglie con ISEE inferiore a 12.000 euro, e viene reso retroattivo;
  • Taglio delle accise: prosegue ancora fino a luglio il taglio delle accise sui carburanti, per permettere una diminuzione del prezzo di benzina, diesel e altri carburanti come il metano;
  • Nuovo credito di imposta per le imprese di energia e gas, che necessitano di grandi quantità di energia elettrica e gas per la produzione;
  • Nuovi sostegni per l’edilizia, con una revisione dei prezzi, in base ai rincari, e una estensione del superbonus per le villette;
  • Nuovi ristori per imprese e enti locali che hanno subito conseguenze dal conflitto tra Ucraina e Russia;
  • Nuovi sostegni per l’accoglienza dei cittadini ucraini;

TAG bonus 200 europodcastpodcast commercialisti