Pagamenti 2022: rilascio gestione

I versamenti delle imposte che risultano dalla dichiarazione dei redditi, a titolo di saldo 2021 e acconto 2022, devono essere effettuati entro il 30 giugno 2022 ovvero il 22 agosto 2022 con la maggiorazione dello 0,40%.

All’interno dell’applicazione F24 è disponibile la gestione “Riepilogo pagamenti dichiarazioni” che consente il versamento d’imposte, tasse e contributi mediante il modello F24.

Pagamenti dichiarazioni 2022

Le imposte derivanti dalle applicazioni Redditi PF, SP, SC ed ENC devono essere versate, salvo proroghe:

  • Entro i 30 giugno 2022
  • Ovvero entro il 22 agosto 2022 maggiorando l’importo dovuto dello 0,40 per cento a titolo di interesse corrispettivo. Il termine originario sarebbe stato il 30 luglio 2022 che, cadendo di sabato, fa slittare il termine al 2 agosto, che a sua volta rientrando nella consueta proroga di Ferragosto, posticipa il termine a sabato 20 agosto, di conseguenza il termine finale è il 22 agosto.

I versamenti dovuti a titolo di saldo e di acconto possono essere rateizzati, eccezion fatta per il versamento del secondo acconto di novembre, che deve essere versato in un’unica soluzione. Sugli importi rateizzati sono dovuti gli interessi nella misura del 4% annuo, da calcolarsi secondo il metodo commerciale, tenendo conto del periodo decorrente dal giorno successivo a quello di scadenza della prima rata fino alla data di scadenza della seconda.

La rateazione deve essere effettuata:

  • Entro la fine di ciascun mese per i privati;
  • Entro il giorno 16 di ciascun mese per i titolari di Partita IVA.

puntina verdePer le imposte risultanti dalla dichiarazione dei redditi che non superano ciascuna l’importo di 12 euro (10,33 euro per le somme da versare a titolo di IVA), non vanno effettuati i versamenti né la compensazione delle singole imposte.

Contribuenti NON TITOLARI DI PARTITA IVA: possono effettuare il pagamento della prima rata entro il 30 giugno 2022 ovvero entro il 22 agosto 2022 maggiorando l’importo dovuto dello 0,40 per cento a titolo d’interesse corrispettivo. Per le rate successive si applicano gli interessi indicati nella seguente tabella:

tabella versamenti non titolari partita iva

*L’importo da rateizzare deve essere preventivamente maggiorato dello 0,40 per cento.

Contribuenti  TITOLARI DI PARTITA IVA: possono anch’essi effettuare il pagamento della prima rata entro il 30 giugno 2022 ovvero entro il 22 agosto 2022 maggiorando l’importo dovuto dello 0,40 per cento a titolo d’interesse corrispettivo. Per le rate successive si applicano gli interessi indicati nella seguente tabella:

tabella versamenti titolari partita iva

*L’importo da rateizzare deve essere preventivamente maggiorato dello 0,40 per cento.

Per maggiori chiarimenti sul funzionamento della gestione si rimanda alla guida online presente all’interno della gestione stessa.

Applicazioni Software collegate all’articolo:

TAG pagamentipagamenti 2022

Stampa la pagina Stampa la pagina