Redditi Persone Fisiche 2022: disponibile applicazione

Con il provvedimento n.30730 del 31 gennaio 2022, l’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello della dichiarazione “Redditi persone fisiche 2022”, con le relative istruzioni, da presentare da parte della persone fisiche nell’anno 2022, per il periodo d’imposta 2021.

Successivamente con il provvedimento n.48229 del 15 febbraio 2022 ha approvato anche le specifiche tecniche per la trasmissione telematica del modello e dei dati riguardati le scelte di destinazione dell’8 – 5 – 2 per mille all’IRPEF.

Effettuando l’update del software, da oggi è disponibile l’applicazione “Persone fisiche” 2022, anno imposta 2021.

Modalità di presentazione

La dichiarazione redditi Persone fisiche può essere presentata:

  1. Per via telematica direttamente dal dichiarante;
  2. Per via telematica, tramite un intermediario abilitato ai sensi dell’art.3, comma 3, D.P.R. 22 luglio 1998, n.322 e successive modificazioni;
  3. Consegnando una copia cartacea presso un qualsiasi ufficio postale nei casi previsti;

Termini di presentazione

In base alle disposizioni del D.P.R. n. 322 del 1998, e successive modificazioni, il modello redditi Persone Fisiche 2021 deve essere presentato:

  • dal 2 maggio 2022 al 30 giugno 2022 se la presentazione viene effettuata in forma cartacea per il tramite di un ufficio postale;
  • entro il 30 novembre 2022, se la presentazione viene effettuata per via telematica, direttamente al contribuente ovvero se viene trasmessa da un intermediario abilitato alla trasmissione dei dati.

N.B. A causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 le scadenza sopra riportare potrebbero essere soggette ad eventuali spostamenti nel corso dei prossimi mesi.

Principali novità contenute nel modello Persone Fisiche 2022

  • Visto Superbonus: con riferimento alle spese per interventi rientranti nel Superbonus, per le quali il contribuente fruisce della detrazione in dichiarazione, sostenute a decorrere dal 12 novembre 2021, a fronte di fatture emesse da tale data, è richiesto l’apposizione del visto di conformità;
  • Riduzione della pressione fisale del lavoratore dipendente: dall’anno imposta 2021 l’importo annuale del trattamento integrativo e dell’ulteriore detrazione è aumentato a 1.200 euro;
  • Credito d’imposta prima casa under 36: è possibile la fruizione in dichiarazione del credito d’imposta maturato dagli under 36 con ISEE non superiore a 40.000 euro per l’acquisto della prima casa assoggettato ad IVA;
  • Superbonus: dall’anno d’imposta 2021, per le spese per l’abbattimento delle barriere architettoniche sostenute congiuntamente agli interventi sismabonus e ecobonus, è possibile fruire dell’aliquota maggiorata del 110%;
  • Colonnine di ricarica: per gli interventi di installazione delle colonnine di ricarica iniziati nel 2021 sono previsti dei nuovi limiti di spesa;
  • Recupero del patrimonio edilizio: è possibile fruire della detrazione prevista per il recupero del patrimonio edilizio anche per le spese di sostituzione del gruppo elettrogeno di emergenza esistente con generatori di emergenza a gas di ultima generazione;
  • Bonus mobili: è innalzato a 16.000 euro il limite massimo delle spese per cui è possibile fruire della relativa detrazione;
  • Spese veterinarie: è stato innalzato a 550 euro il limite massimo delle spese veterinarie per cui è possibile fruire della relativa detrazione;
  • Spese per i conservatori: è possibile fruire della detrazione del 19 per cento per le spese sostenute per l’iscrizione dei ragazzi ai conservatori, agli AFAM, a scuole di musica iscritte nei registri regionali nonchè a cori, bande e scuole di musica riconosciuti da una pubblica amministrazione, per lo studio e la pratica della musica; Si può fruire della detrazione, fino ad un importo non superiore per ciascun ragazzo a 1.000 euro, solo se il reddito complessivo non supera i 36.000 euro;
  • Comparto sicurezza: è stato innalzato a 609,50 euro l’importo della detrazione spettante agli appartenenti al comparto di sicurezza (decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27 ottobre 2021);
  • Depuratori: è possibile fruire in dichiarazione del credito d’imposta per i depuratori d’acqua e riduzione consumo di contenitori in plastica;
  • Locazioni brevi: dall’anno 2021 il regime delle locazioni brevi è applicabile solo ai contribuenti che destinano a locazione non più di 4 immobili.

Redditi Persone fisiche 2022 GBsoftware

  • Eseguire l’update del software tramite il relativo pulsante Pulsante Update;                 .
  • Posizionarsi nella DITTA per la quale si vuole abilitare l’applicazione “Redditi Persone Fisiche”

Le modalità di abilitazione delle applicazioni sono due:

    1. Se l’applicazione “Redditi persone fisiche” è già stata utilizzata nell’anno precedente, per abilitarla è sufficiente cliccare su Pulsante Persone Fisiche ; Il software chiede se abilitarla per il nuovo anno con un messaggio: rispondendo “si” sarà automaticamente abilitata; rispondendo “no” l’applicazione non sarà abilitata. In seguito per abilitarla procedere come illustrato al punto successivo.

Applicazione Redditi Persone Fisiche

                    2. Dalla gestione “Applicazioni”:

      • Abilitazione multipla: cliccando il pulsante Pulsante Abilitazione Multi Ditta è possibile abilitare l’applicazione per più ditte.

Abilitazione Applicazione Multi Ditta

      • Abilitazione singola: apporre il check in corrispondenza di “Redditi Persone Fisiche” anno 2021.

Check Redditi Persone Fisiche

Modello Ministeriale Persone Fisiche 2022

All’interno della guida online di ogni quadro dell’applicazione Redditi Persone Fisiche sono presenti le istruzioni ministeriali per l’utilizzo del modello.

Applicazioni Software collegate all’articolo:

TAG dichiarazionipersone fisiche

Stampa la pagina Stampa la pagina