➥ NOVITÀ: WEBINAR GRATUITI E CORSI Scopri i webinar e i corsi curati dagli Esperti GB insieme a Professionisti, Autori e Docenti. Scopri subito di più >
Caso pratico: calcolo SALDO IMU

Il 16/12/2022 è il termine ultimo per il pagamento del saldo IMU 2022. Vediamo ora nel dettaglio qual è il procedimento da seguire per il calcolo.

La normativa spiega che l’IMU va versata ordinariamente in due rate di pari importo:

  • la prima in acconto entro il 16/6, in base all’aliquota e alla detrazione dei dodici mesi dell’anno precedente,
  • la seconda a saldo entro il 16/12 basandosi sulle delibere comunali pubblicate sul sito del MEF entro il 28 ottobre di ogni anno di imposta; in caso di mancata pubblicazione nei termini, si applicano le aliquote per l’anno precedente.

Eccezionalmente è possibile optare per il versamento in un’unica soluzione entro il 16/6

Verifica catasto

Una volta posizionati su “Ter/Fab 2021” del cliente in questione, controlliamo se sono avvenuti cambiamenti circa la sua situazione immobiliare cliccando su “catasto”. Così facendo sarà possibile confrontare quelli che sono i dati inseriti nell’applicazione “Ter/Fab” con quelli in possesso dell’Agenzia delle Entrate.

Verifica catasto

Verifica aliquote

Ora verifichiamo se l’aliquota da inserire a saldo sia variata da quella in acconto. Per far ciò clicchiamo su “aliq” (1), si aprirà una maschera volta a riepilogare le principali aliquote IMU vigenti. Cliccato “Link al MEF” (2) e selezionato il comune di interesse, potremo quindi accedere alle delibere di approvazione delle aliquote di ogni comune.

Verifica aliquote

Riporto aliquota saldo

Qualora l’aliquota a saldo risulti invariata rispetto a quella in acconto è possibile cliccare il tasto “riporto aliq. saldo”. Il software genererà a saldo la stessa aliquota presente in acconto.

Contestualmente al click sul tasto sopracitato si aprirà un messaggio volto a confutare la correttezza dei dati inseriti. Clicchiamo “Sì” poiché il controllo è già stato effettuato nel punto precedente.

Riporto aliquota saldo

Invio ad F24

Per inviare i tributi all’applicazione F24, clicchiamo su “Riepilogo imposte comunali” (1), si aprirà una maschera riepilogativa delle imposte da versare. Tra le altre funzioni qui sarà possibile scegliere se versare la totalità dell’importo dovuto interamente in acconto o pagare nelle modalità ordinarie rispettivamente il 16/06 (acconto) e il 16/12 (saldo) (2). Quindi basterà cliccare su “invia a F24” (3)

Saldo IMU Invio ad F24

Applicazioni Software collegate all’articolo:

TAG IMUscadenzeterreni e fabbriacati

Stampa la pagina Stampa la pagina