➥ NUOVO SOFTWARE ATTIVITÀ DI VIGILANZA GB Incarico, Agenda, Verbale, Relazione, Stampa Scopri subito di più »
GBsoftware S.p.A.
Apri Chiudi Menù Mobile
GBsoftware S.p.A.
Redditi 2023: Addizionale regionale

L’addizionale regionale all’IRPEF si calcola applicando un’aliquota al reddito complessivo determinato, ai fini dell’IRPEF, al netto delle detrazioni d’imposta spettanti e i crediti d’imposta per redditi prodotti all’estero sempre ché quest’ultimi abbiano subito all’estero il pagamento delle imposte a titolo definitivo.

È stata introdotta dall’art.50 del Decreto legislativo n.446 del 15/12/1997 e trova collocazione all’interno del quadro RV.

Soggetti obbligati al versamento dell’imposta

L’addizione regionale all’IRPEF è dovuta dai contribuenti, residenti e non residenti nel territorio dello Stato per i quali nell’anno imposta 2022, risulta dovuta l’IPREF.

Chi non è tenuto al pagamento dell’imposta

Non si è tenuti al pagamento dell’imposta se:

  • si possiedono soltanto redditi esenti dall’IRPEF;
  • si possiedono soltanto redditi soggetti ad imposta sostitutiva dell’IRPEF;
  • si possiedono soltanto redditi soggetti a tassazione separata salvo che, avendone la facoltà, abbiate optato per la tassazione ordinaria facendoli concorrere alla formazione del reddito complessivo.
  • si ha un’imposta lorda (rigo RN5) che, al netto delle detrazioni riportate nei righi RN22 e RN23, dei crediti d’imposta per redditi prodotti all’estero, indicati nel rigo RN29, col.2 e dei crediti d’imposta per fondi comuni indicati nel rigo RN32 col.1, non supera euro 10,33.

Calcolo addizionale regionale con GBsoftware

Il calcolo dell’Addizionale Regionale viene eseguito in automatico dal software in relazione alla Regione indicata nel rigo “Domicilio fiscale al 1° gennaio 2022” del frontespizio del Modello Redditi PF o del Modello 730.

Domicilio fiscale

Per visualizzare il dettaglio del calcolo effettuato dal software, è necessario accedere alla gestione Addizionale Regionale.

Maschera Addizionale Regionale

Poiché per Lazio, Veneto e Marche sono previste particolari tipologie di esenzione, all’interno della gestione è presente la casella “Casi particolari” nella quale indicare il codice 1 o il codice 2 in base a quanto previsto dalle delibere regionali.

Inserimento Casi Particolari

Per ulteriori chiarimenti in merito all’utilizzo della gestione addizionale regionale, si rimanda alla guida online presente all’interno della maschera stessa.

Applicazioni Software collegate all’articolo:

TAG addizionale regionaleimposta regionaleirpef

Stampa la pagina Stampa la pagina