Paghe GB web: Caso Pratico - Inserimento Cedolini Licenziati

All’atto del licenziamento l’utente può decidere di NON erogare il TFR nel mese di licenziamento ed erogarlo poi un mese successivo. 

Caso pratico

Verifichiamo innanzitutto di aver impostato correttamente l’anagrafica.

Accediamo dunque in Paghe/Archivi di base/Azienda/Anagrafica azienda pulsante Dati ditta/Dati gestione, sezione “Gestione TFR”, al campo “Saldo T.F.R Qualifica 1/Qualifica 2” indicare “GESTIONE MANUALE”.

Procedere poi regolarmente con il calcolo del cedolino del dipendente licenziato. Effettuare quindi il calcolo dei dati anagrafici del mese, la generazione delle presenze e il calcolo del cedolino da giustificazione presenze/voci mese.

In questo modo quindi, nel cedolino di licenziamento il TFR NON viene erogato.

Quest’ultimo non deve essere necessariamente elaborato il mese successivo al licenziamento, ma può anche essere erogato nelle prossime mensilità.

Per farlo, accediamo da: Paghe/Elaborazioni mensili/Operazioni mensili/Gestione cedolino paga/Cedolini non in forza/Inserimento cedolini licenziati.

Selezionare la ditta, il dipendente interessato e cliccare su .

Cliccare poi sul piccolo verde ed inserire la voce “1301” al campo “Codice” ed “1” nel risultato.

Procedere poi con il .

In automatico la procedura eroga il TFR spettante per il dipendente selezionato.

PB101-GIT/3

Applicazioni Software collegate all’articolo:

TAG caso praticoInserimento Cedolini LicenziatiPaghe GB Web

Stampa la pagina Stampa la pagina