I soggetti che hanno emesso, nel corso del 2021, fatture relative a spese funebri sostenute in dipendenza del decesso di persone devono comunicare, in via telematica, entro il 16 marzo i dati relativi alle spese sostenute.

La comunicazione delle spese funebri all’Agenzia delle Entrate, deve contenere:

  • l’ammontare delle spese funebri sostenute in dipendenza della morte di persone nell’anno precedente, con riferimento a ciascun decesso;
  • i dati del soggetto deceduto;
  • i dati dei soggetti intestatari del documento fiscale.

Chi è tenuto alla presentazione della comunicazione?

I soggetti che emettono fatture relative a spese funebri, sostenute in dipendenza della morte di persone, devono trasmettere in via telematica all’Agenzia delle Entrate i dati in esse contenuti.

Modalità e termini di trasmissione

La comunicazione deve essere inviata entro il 16 Marzo di ciascun anno esclusivamente per via telematica, utilizzando i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate.

Tipologie di invio

Gli invii possono essere ordinari, sostitutivi o di annullamento.

Invio ordinario: è la comunicazione con cui si inviano i dati richiesti. È possibile inviare più comunicazioni ordinarie per lo stesso periodo di riferimento. I dati inviati in ogni comunicazione ordinaria successiva alla prima sono considerati in aggiunta a quelli precedentemente comunicati.

Invio sostitutivo: è la comunicazione con la quale si opera la completa sostituzione di una comunicazione ordinaria o sostitutiva precedentemente inviata e acquisita con esito positivo dal sistema telematico.

Annullamento: è la comunicazione con cui si richiede l’annullamento di una comunicazione ordinaria o sostitutiva precedentemente trasmessa e acquisita con esito positivo dal sistema telematico. L’annullamento di una comunicazione sostitutiva determina la cancellazione di tutti i dati contenuti nella stessa, senza ripristinare quelli della comunicazione sostituita.

Comunicazione Spese Funebri con GBsoftware

Eseguendo l’update del software è disponibile l’applicazione per le comunicazioni, all’anagrafe tributaria, dei dati relativi alle spese funebri ai sensi dell’articolo 2 del decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze del 13 gennaio 2016.

Come abilitare l’applicazione

  1. Eseguire  del software;
  2. Aprire la ditta in cui si vuole abilitare l’applicazione Spese funebri;

Le modalità di abilitazione delle applicazioni sono due:

  1. Se l’applicazione “Dichiarazione spese funebri” è stata già utilizzata nell’anno 2020 per abilitarla è sufficiente cliccare su update. Il software chiede se abilitarla subito per il nuovo anno con un messaggio: rispondendo “sì” sarà automaticamente abilitata. Rispondendo “no” sarà necessario procedere con l’abilitazione illustrata al successivo punto.

abilitazione da update

  1. Resta sempre utilizzabile la consueta modalità di abilitazione delle applicazioni dalla gestione “Applicazioni”, apponendo il check in corrispondenza di “Comunicazione spese funebri” anno 2021.

abilitazione dalla gestione applicazioni

Per maggiori informazioni consultare la guida on line dell’applicazione Comunicazione Spese funebri.

Applicazioni Software collegate all’articolo:

TAG comunicazione spese funebricomunicazione spese funebri 2022spese funebri

Stampa la pagina Stampa la pagina