Nuova detrazione bonus musica in dichiarazione dei redditi

Da quest’anno è possibile fruire, in dichiarazione dei redditi, della detrazione del 19% dell’IRPEF per le spese sostenute per l’iscrizione annuale e l’abbonamento di ragazzi di età compresa tra 5 e 18 anni a conservatori di musica, a istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM).

Le spese possono essere indicate nei modelli 730 o Redditi PF solo se pagate con strumenti di pagamento tracciabili: versamento postale o bancario, ovvero con carte di debito, carte di credito, carte prepagate, assegni bancari e circolari.

Detrazione

Art. 15, comma 1, lett. (e-quater), del TUIR consente la detrazione delle spese sostenute dai contribuenti per l’iscrizione annuale e l’abbonamento di ragazzi di età compresa tra i 5 e i 18 anni a:

– conservatori di musica;

– istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM) legalmente riconosciute ai sensi della legge 21 dicembre 1999, n. 508;

– scuole di musica iscritte nei registri regionali;

– cori, bande e scuole di musica riconosciuti da una pubblica amministrazione, per lo studio e la pratica della musica.

Limiti di detraibilità

La detrazione, calcolata su un ammontare massimo di spesa pari a euro 1.000 per ciascun ragazzo, solo se il reddito complessivo non supera euro 36.000, spetta anche se le spese sono state sostenute per i familiari fiscalmente a carico (ad es. i figli) e può essere ripartita tra gli aventi diritto (ad es. i genitori).

La spesa complessiva non può comunque superare euro 1.000 per ciascun ragazzo.

Inserimento in dichiarazione

Le spese devono essere indicate nel quadro RP del modello Redditi PF o quadro E del modello 730, nei righi da RP8 a RP13 (E8 a E10 per il 730) indicando il codice “45”.

Se la spesa riguarda più di un ragazzo, occorre compilare più righi, riportando in ognuno di essi il codice 45 e la spesa sostenuta con riferimento a ciascun ragazzo.

Bonus musica con il Software GB

Nell’applicazione Redditi PF o Modello 730, in corrispondenza dei predetti righi, è presente una gestione che permette l’inserimento delle spese.

Nuovo codice onere 45

All’interno della gestione è necessario indicare la/le spese sostenute per ciascun ragazzo. Qualora l’importo indicato sia superiore a euro 1.000,00 il software provvederà a ricondurlo a detto limite.

gestione reimposta in automatico la detrazione se supera il limite

Se la spesa riguarda più di un ragazzo, occorre compilare più righi riportando in ognuno di essi il codice 45 e la spesa sostenuta con riferimento a ciascun ragazzo.

compilazione più righi, uno per ogni ragazzo/a

Per maggiori chiarimenti sul funzionamento della gestione rimandiamo alla guida online presente all’interno della gestione stessa.

N.B: Nel caso in cui viene inserito il codice onere 45 ma il familiare a carico non ha un’età compresa tra i 5 e i 18 anni, quindi il contribuente non può beneficiare della detrazione, al salvataggio il software avverte l’utente con un messaggio. Inoltre, per questa tipologia di spesa, è presente il bottone  pulsante cerca (lente d'ingrandimento) utile per visionare l’elenco dei familiari a carico.

maschera visualizzazione familiari a carico

Applicazioni Software collegate all’articolo:

 

TAG bonusbonus 2022bonus musica

Stampa la pagina Stampa la pagina