GBsoftware S.p.A.
Apri Chiudi Menù Mobile
GBsoftware S.p.A.

È tempo di bilanci e gli enti del Terzo Settore dovranno depositare il proprio bilancio al RUNTS, Registro Unico Nazionale del Terzo Settore.

Il bilancio degli enti del Terzo Settore si compone di tre documenti:

  • stato patrimoniale
  • rendiconto gestionale
  • relazione di missione

Buon ascolto.

Podcast GBsoftware a cura del Dott. Mancini

Ascolta “Ep.39 Principio Contabile OIC 35” su Spreaker.

Principio contabile OIC 35

Il principio contabile OIC 35 disciplina i criteri per la presentazione del bilancio con particolare riguardo alla struttura ed al contenuto; l’OIC 35, inoltre, disciplina i criteri per la rilevazione e valutazione di alcune fattispecie tipiche degli enti del Terzo Settore.

Il principio contabile OIC 35 si applica agli enti del Terzo Settore che redigono il bilancio in base alle disposizioni dell’articolo 13, comma 1 e 3, del decreto legislativo n. 117/2017, ovvero gli enti con entrate superiori a € 220.000.

Tralasciamo lo schema di stato patrimoniale, molto simile a quello previsto per le società con scopo di lucro dall’art. 2424 c.c.

Lo schema di rendiconto gestionale, invece, ha una struttura ben diversa da dal conto economico previsto per le società con scopo di lucro dall’art. 2425 c.c. e si articola in varie sezioni:

  • attività di interesse generale
  • attività diverse
  • entrate da raccolta fondi (abituali e non)
  • Attività finanziarie e patrimoniali
  • Attività di supporto generale

In calce al rendiconto gestionale, è possibile evidenziare anche costi e proventi figurativi. I proventi figurativi sono “quei componenti economici di competenza dell’esercizio che non rilevano ai fini della tenuta della contabilità, pur originando egualmente dalla gestione dell’ente”.

Nei costi e proventi figurativi rientrano tra l’altro:

  • i costi e proventi figurativi relativi ai soci volontari
  • quelli relativi ai volontari occasionali
  • quelli relativi all’erogazione gratuita di servizi (ad es. il comodato d’uso).

È molto importante indicare i costi figurativi perché possono essere presi in considerazione ai fini del test di commercialità.

La relazione di missione illustra le poste di bilancio ma anche l’andamento economico e finanziario dell’ente e le modalità con cui l’ente persegue le finalità statutarie. La relazione di missione rappresenta per gli enti del Terzo Settore ciò che la nota integrativa rappresenta per le società con scopo di capitali. Le informazioni richieste dal decreto ministeriale nella relazione di missione sono divise in:

  • informazioni generali;
  • illustrazione delle poste di bilancio;
  • illustrazione dell’andamento economico e finanziario dell’ente e le modalità di perseguimento delle finalità statutarie.

L’ultima novità al principio contabile OIC 35 prevede che tutti gli enti del Terzo Settore che per la prima volta redigono il loro bilancio in base al nuovo principio contabile OIC 35 possono utilizzare le semplificazioni di prima applicazione come, per esempio, la possibilità di non presentare il bilancio comparativo dell’esercizio precedente.

Il testo originario prevedeva questa agevolazione solo per coloro che utilizzavano l’OIC 35 nel bilancio chiuso o in corso al 31 dicembre 2021.

TAG ETSOIC 35podcast commercialistiprincipio contabile

Promozione licenza INTEGRATO GB 2024 gratuita