Importazione dei Corrispettivi Elettronici

La gestione di importazione dei corrispettivi telematici consente la rilettura dei file xml prodotti dai registratori telematici al fine di procederne alla relativa contabilizzazione. 

I file importati sono automaticamente suddivisi in base alla data di rilevazione: nella maschera, come per l’importazione delle fatture elettroniche, troviamo a sinistra i documenti riepilogati per mese e a destra i file presenti nel periodo selezionato.

Configurazione delle impostazioni

Le impostazioni di registrazione sono fondamentali per la procedura automatica di importazione e devono essere compilate per tutti i codici attività per cui la ditta ha dei corrispettivi da registrare. E’ obbligatorio censire nella gestione almeno un dispositivo/sede e per ognuno è necessario definire:

  1. La matricola e il tipo di dispositivo
  2. Il nome del registratore, per avere un’identificazione chiara del dispositivo (specialmente in caso di più di un dispositivo da gestire
  3. Il registro Iva in cui confluiranno le relativa registrazioni
  4. L’abbinamento di causali iva e conti

impostazioni registrazioni CT

Per ulteriori informazioni sulla gestione dell’impostazioni è possibile consultare la guida on-line.

Dettaglio corrispettivi

Dopo aver effettuato l’importazione dei file il primo passaggio è l’elaborazione dei singoli file inviati all’Agenzia delle Entrate, con indicazione di causali Iva e conti.

Le causali Iva sono ricavate da GB in base al regime contabile della ditta e i dati presenti nel file xml. Tali causali sono proposte in maniera coerente rispetto all’aliquota Iva o alla natura presenti nel file, prendendo in considerazione quanto indicato dall’utente nella maschera di configurazione.

causali Iva ricavate da GB

Una volta completati tutti i dettagli con la definizione di causali e conti è possibile procedere alla registrazione degli incassi.

Registra Incassi

Cliccando il pulsante “Registra incassi” il programma passa allo step successivo in cui è definito il conto di incasso dei corrispettivi.

Il conto indicato in automatico dalla procedura è quello impostato dall’utente.

costo incasso

Registra in prima nota

L’ultimo passaggio da effettuare è la registrazione in prima nota. Cliccando su “Registra prima nota” si accede al terzo e ultimo passaggio dove tutte le operazioni del mese sono riepilogate per registro Iva:

registra prima nota

Clicchiamo quindi sul pulsante “Registra prima nota” per procedere alla contabilizzazione, nel nostro caso “giornaliera”, dei corrispettivi.

A questo punto, nella maschera principale, troveremo i tre stati, dei tre passaggi con l’icona verde, che sta ad indicare che tutti i passaggi sono stati elaborati correttamente e che i corrispettivi sono stati registrati in prima nota.

maschera principale - tutti passaggi completati

 

Per ulteriori informazioni sulla gestione di importazione dei corrispettivi telematici è possibile consultare la guida on line.

Applicazioni Software collegate all’articolo:

RIV/25

TAG contabilizzazionecorrispettivi telematiciimportazione dei corrispettivi elettronicixml

Stampa la pagina Stampa la pagina